post in evidenza

venerdì 28 settembre 2018

Ritorno a Vallandon di Nataniele Sergio Paghin

Sinossi:
Ritorno a Vallandon è una raccolta molto personale che illustra ed accompagna il viaggio di ritorno a un Eden ormai perduto nel tempo dei ricordi. Uno stile che da aulico e lussureggiante si fa modesto e quasi colloquiale mentre analizza sentimenti, persone e cose.

Recensione:
Non datemi della blasfema, ma io leggendo questa raccolta di poesie ho pensato subito a Dante Alighieri.
Lo scrittore, con la sua anima inquieta come il sommo poeta, ci porta in un viaggio all' interno dell' animo umano. Un viaggio in cui incontreremo persone, cose anime, sentimenti e sensualità.
Una prosa aulica ma contemporanea, rendono i poemi comprensibili a tutti.
Un romanzo poetico diviso in sei fiate o momenti.
Un libro da leggere, per chi non si vuole perdere, o per coloro che vogliono tornare alle origini.
Un moderno viaggio di un poeta contemporaneo,che in modo semplice ma ricercato ci porta in un viaggio che da oscuro diventa sempre più chiaro.
" c'è un tempo per ogni cosa, anche per la morte delle tradizioni e delle amate radici,
e c'è un tempo per nuove tradizioni e nuove radici".( cit.)
Un Dante Alighieri moderno e sono sicura che tra qualche anno potrà essere considerato un classico della poesia mistica.
Alla prossima anima lettrice.

Nessun commento: