post in evidenza

sabato 22 dicembre 2018

L' invitato di Massimiliano Alberti




Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolenta Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo - vero protagonista del libro - e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell'autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile... del tutto Pop.





Recensione: quando ho letto questa opera , mi è sembrato strano che Massimiliano Alberti sia un emergente.
Questo romanzo è molto colto, una prosa elegante ed  raffinata ma che scorre veloce come un treno e non annoia ma un lettore.
Tom, Leo e Kevin rappresentano lo specchio in cui si riflette la nostra società.L' autore è riuscito in forma romanzata e godibilissima a spiegare il mito della Caverna di Platone, facendoci percepire il mondo nelle sue varie sfaccettature.Infatti I tre protagonisti rappresentano il mondo in toto.
Tom è la personificazione della voglia di essere sempre ai vertici della società, un subdolo arrivista.
Kevin è l' ingenuità, la bontà, la voglia di purezza, di amare ed essere amato con semplicità.
 Leo, rappresenta l' uomo vero, l' uomo senza sovrastrutture, senza peli sulla lingua, assente di diplomazia.
Un libro che rappresenta quindi una critica sociale, una trasposizione della vita che vorremmo ognuno di noi, ovvero la voglia di emergere e creare qualcosa di nuovo.
Vi appassionerete alla storia di questi ragazzi, ho adorato Leo e kevin, invece ho ritenuto un grande antagonista Tom, in quanto si sente sopra di una spanna a tutti.Un romanzo riflessivo, profondo, psicologico,mai scontato con tanti colpi di scena. 
Altro elemento che dimostra la bravura del nostro autore l' ambientazione ovvero la città di Vienna.
Quest' ultima è descritta con la sua atmosfera le sue strade  è una cittaè vera pulsante, racconta la sua anima.
Chapeau a questo autore che riesce elevare una filosofia e e una critica sociale all'interno di un canovaccio godibile divertente appassionante e culturalmente elevato.
Un libro da non perdere.
Alla prossima anima lettrice

Nessun commento: