post in evidenza

Edizioni Jolly Roger







Editore: Jolly Roger
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 26 maggio 2018
Pagine: 880 p., Brossura

Descrizione
"Il potere è l'afrodisiaco supremo". In questa frase di Henry Kissinger si cela un mondo fatto di regole infrante, perversioni al limite dell'immaginabile e violento desiderio, capace di travolgere qualsiasi ostacolo con la potenza distruttiva di un tornado. Tesa tra Stati Uniti e Israele, una rete invisibile cattura tra le proprie maglie i numerosi personaggi che ruotano attorno a un intrigo internazionale, costringendoli a confrontarsi con quella parte di se stessi che da sempre è bene tenere segregata nel profondo dell'io, consci del fatto che, una volta liberata, nessuno sarà più in grado di contenerne gli effetti devastanti. Un agente speciale dell'FBI, la sua nuova recluta dall'indole violenta e dalla femminilità compressa, frange deviate del Mossad, vertici politici irrimediabilmente collusi con multinazionali senza scrupoli, leggendari sicari internazionali e finanzieri privi di pietà intrecciano le proprie vicende sullo sfondo di un gioco fatto di sesso e dominazione, ormai non più controllabile nemmeno da chi pensava di poterlo condurre nelle vesti di Master. E tutto porterà verso l'unica scelta plausibile: vivere o morire.


Recensione:
Questo romanzo tratte delle due forze che dominano il mondo l'amore e il possesso.
Avete letto bene non l' amore, ma il Possesso,il bisogno primordiale  di voler appartenere  a qualcuno o che  quel qualcuno appartenga a noi.
Anche la  Protagonista femminile Rhonda,  un concentrato di muscoli adrenalina forza e sensibilità in quale mix lo dovrete scoprire voi...Una donna forte e tagliente come il vetro ma con la sensibilità di u' eroina di un romanzo di Jane Austen vorrebbe far proprio un suo collega..( con gli spoiler mi fermo qui..)ma ci saranno molte vicende e vicissitudini che porteranno un' evoluzione del suo personaggio e nel rapporto con gli altri protagonisti.
Questo romanzo è stata per me una vera droga, se nella  non la vita non si potesse fare altro che leggere, avrei terminato il romanzo in un giorno solo! Colpi di scena, adrenalina ed erotismo. Nulla  è come vi aspettate e gli imprevisti sono dietro l' angolo, non vi annoierete mai.Il linguaggio diretto, crudo, dettagliato, rende quest'opera adatta a una trasposizione cinematografica.
Il protagonista principale maschile Mike è un uomo con una corazza " trasparente " in quanto la sua forza e testardaggine, lasciano in ogni caso trasparire i suoi sentimenti, alternando umanità, razionalità e impulsività.
Ciò posto, il  personaggio che mi ha fatto letteralmente impazzire costruito in modo magistrale, che non porta eventi inaspettati è Stacey. Chapeau all' autore che  è riuscito a creare un personaggio letterario " borderline. Non vorrei mai smetter di  farvi spoiler e raccontarvi tantissime altre cose di questo romanzo, che sarà la vostra droga,vi avverto quanto inizierete sarà molta dura staccarsene.
Possesso, dominazione,  caduta, rinascita, intrighi internazionali,compongono un mazzo di carte in cui nulla sempre al suo posto ma che alla fine vedrà il gioco smascherato.
La noia non sarà  contemplata durante la lettura, e l' autore è riuscito a compiere un lavoro d'empatia così accurato che vi troverete a fare un sorrisino complice a Thomas o ad arrabbiarvi per Rhonda.
Un  libro che saprà tirare fuori il lato oscuro di ognuno di voi,  desideri pulsione che non avreste  mai il coraggio di rivelare a nessuno.
leggete questo romanzo  e vi sentirete potenti e in grado di scalare una montagna a mani nude.
Alla prossima anima lettrice.









































































                                       
                                        

Quarta di Copertina:
Beirut, 1986.
A vent'anni non è giusto girare il mondo con un mitragliatore carico in spalla.
È ciò che pensa il protagonista di questo racconto, che fronteggerà il suo divenire uomo nel modo più brusco ed inevitabile che sia dato immaginare. Parte di un contingente italiano non meglio definito dagli accordi internazionali, il giovane sergente si ritrova a galleggiare in una realtà rarefatta in cui non c'è niente di concreto, tranne un regolamento assurdo creato da burocrati oscuri ed applicato da altrettanto oscuri ufficiali in una Beirut dilaniata dalla guerra e pronta a ghermire chiunque abbassi la guardia anche solo per un istante.
E poi c'è Roumieh: un carcere arroccato sulla collina che sovrasta la città dove anche la propria ombra diventa un nemico in agguato.
Un racconto impregnato di realismo o di realtà?
L'autore si limita a scrivere, ma non a commentare..
Recensione:
Molti voi si staranno già chiedendo come mai manca meno di un mese a Natale e decide di parlare di un libro che tratta di  guerra?
Subito spiegato il motivo: in ogni pagina ci parla della Vita, quella che ogni giorno per te è importante e rimane nel cuore, ma che non ci facciamo caso nelle giornate ordinarie e diamo per scontato.
Il protagonista è un ragazzo catapultato in una realtà devastante e diversa da quella che gli era stata descritta, nonostante ciò con spirito d'adattamento, raziocinio e positività, riesce a  sopravvivere ed affrontare la quotidianita'.
Il giovane sergente ci dimostra come un atteggiamento positivo, sia la chiave per trovare  la forza  per andare avanti,come pensare a tua madre che ti rinfaccia che fumi sempre troppo...
Leggere questo libro, che racconta ma non giudica, che crea speranza senza illudere, ci obbliga a pensare al contesto storico in cui stiamo vivendo e a quanta vita ognuno di noi è portatore.. regala questo libro a te stesso, per ricordarti quanto tu valga, perchè ognuno di noi è essenza e regalalo a coloro che per te sono il motivo per andare avanti.
TROVA LA TUA FORZA LEGGENDO E DALLE ASCOLTO.
Alla prossima anima lettrice.




Nessun commento: